news
& eventi

03 ottobre 2018

Integratori alimentari: pubblicato il nuovo elenco delle sostanze e dei preparati vegetali che possono essere impiegati in detti alimenti (DM 10/08/18)

Il Ministero della Salute con Decreto 10 agosto 2018, ha previsto il nuovo elenco delle sostanze e dei preparati vegetali che possono essere impiegati negli integratori alimentari.

Il Decreto in questione, che entra in vigore l’11 ottobre 2018, si applica a partire dal 9 gennaio 2019, ad esclusione per gli integratori alimentari legalmente fabbricati o commercializzati in un altro Stato membro dell’Unione europea o in Turchia o fabbricati in uno Stato membro dell’Associazione europea di libero scambio (EFTA), parte contraente dell’Accordo sullo Spazio economico europeo (SEE). In dette circostanza deve essere fornita al Ministero della Salute una documentazione attestante che il prodotto è stato legalmente posto in commercio come integratore alimentare Stato membro di provenienza dove le sostanze e i preparati vegetali contenuti non sono considerati nuovi alimenti (vedasi notizia A34439 del 22/12/2015 e A37814 del 11/01/2018).

 

Disposizioni previsto dal Decreto 10 agosto 2018

Il nuovo provvedimento:

  • riporta in allegato il nuovo elenco delle sostanze e dei preparati vegetali che possono essere utilizzati negli integratori alimentari;
  • prevede per alcune di dette sostanze:
    -) le indicazioni che devono essere riportate in etichetta;
    -) le relative avvertenze supplementari;
  • fornisce specifiche indicazioni sugli adempimenti che l’operatore alimentare deve effettuare per il relativo utilizzo (predisposizione di una apposita documentazione e procedure da seguire per l’impiego)
  • o a supporto della loro sicurezza e al fine di elevare il livello di tutela dei consumatori.

Procedura di notifica

Il Decreto in questione, nel riconfermare quanto previsto dalla precedente normativa, assoggetta alla procedura di notifica, prevista dalla normativa nazionale, l’immissione in commercio degli integratori alimentari contenenti le sostanze in questione.

La notifica in questione ha la finalità di consentire al Ministero di poter effettuare la valutazione dei prodotti in relazione al complesso dei costituenti, agli apporti giornalieri e alle indicazioni riportate in etichetta.

Disposizioni transitorie

Il nuovo Decreto consente la commercializzazione degli integratori alimentari non conformi alle nuove disposizioni ed immessi sul mercato o etichettati prima del 9 gennaio 2019, sino all’esaurimento delle scorte.