Soluzioni personalizzate per l’industria molitoria, della panificazione e dei prodotti da forno

Soluzioni ingredientistiche per l’industria delle carni trasformate

Ingredienti e soluzioni per gastronomia industriale, snack e piatti pronti

Ingredienti e soluzioni per gelato e frozen desserts

Ingredienti funzionali per la nutrizione e la farmaceutica

ingredienti

il partner ideale

Una vasta gamma di ingredienti
per l’industria alimentare.

scopri

soluzioni

al servizio del vostro business

La massima affidabilità incontra la personalizzazione:
i prodotti e i servizi tailor made.

scopri

Regolamento UE n. 2018/1481 - Additivi alimentari: dal 25 ottobre 2018 è vietato l’utilizzo del sorbato gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312) in diciannove prodotti alimentari e in una categoria di additivi alimentari

In vista che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare non è stata in grado di confermare la sicurezza del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312) a fronte della mancanza dei dati tossicologici, la Commissione Europea ha disposto il divieto di utilizzo di dette sostanze in diciannove prodotti alimentari e in una categoria di additivi alimentari. Gli alimenti contenenti gli additi in questione immessi sul mercato prima del 25 ottobre 2018, possono continuare a essere commercializzati fino al 25 aprile 2019.

APPROFONDIMENTI
La Commissione Europea, con il Regolamento UE del 4 ottobre 2018 n. 1481, ha disposto il divieto di utilizzo del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312) in diciannove prodotti alimentari e in una categoria di additivi alimentari.

Il Regolamento in questione, che entra in vigore il 25 ottobre 2018, dispone che gli alimenti contenenti gli additi in questione immessi sul mercato prima di tale data, possono continuare a essere commercializzati fino al 25 aprile 2019.

Disposizioni previste dal Regolamento UE n. 2018/1481

In vista del fatto che:

  • la normativa che regolamenta gli additivi alimentari, dispone che tutti gli additivi autorizzati nell’Unione prima del 20 gennaio 2009, devono essere sottoposti a una nuova valutazione dei rischi da parte dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare;
  • gli additivi alimentari gallato d’ottile (E 311) e gallato di dodecile (E 312) sono stati autorizzati secondo le relative specifiche tecniche, come antiossidanti in una varietà di alimenti, nonché negli aromi alimentari;
  • a fronte delle nuove valutazioni dei rischi effettuate a maggio e ottobre 2015, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, nel riscontrare una mancanza di dati tossicologici degli additivi in questione, non è stata in grado di confermare la relativa sicurezza;
  • la Commissione, nel maggio 2017, ha indetto un bando di gara per la raccolta di dati scientifici e tecnologici atti a supportare le esigenze dell’Autorità, la quale ha dato esito negativo in vista che nessun operatore commerciale ha fornito i dati richiesti;
  • in mancanza dei dati in questione, l’Autorità non può completare la nuova valutazione di sicurezza per il gallato d’ottile (E 311) e il gallato di dodecile (E 312) e di conseguenza non è possibile stabilire se tali sostanze:

-) non pongono problemi di sicurezza per la salute dei consumatori;
-) possono essere ragionevolmente considerati come una necessità tecnica che non può essere sostituita con altri mezzi economicamente e tecnologicamente praticabili;
-) non induca in errore i consumatori circa il relativo impiego;

la Commissione, nella normativa comunitaria che regolamenta:

  • la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo degli additivi alimentari, ha disposto la cancellazione del riferimento del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312) nell’elenco:

-) UE degli additivi alimentari diversi dai coloranti e dagli edulcoranti autorizzati negli alimenti;
-) delle definizioni dei gruppi di additivi - altri additivi che potrebbero essere regolamentati in combinazione;
-) degli additivi alimentari autorizzati e relative condizioni d’uso nelle relative categorie alimentari;

  • le specifiche tecniche degli additivi alimentari, ha disposto la cancellazione del riferimento del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312).

Categorie di alimenti in cui dal 25 ottobre 2018 è vietato l’utilizzo del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312)

  • nel latte disidratato;
  • negli oli e nei grassi sostanzialmente privi di acqua (tranne il grasso del latte anidro);
  • nelle altre emulsioni di oli e grassi comprese le paste da spalmare e nelle emulsioni liquide;
  • nel burro e nella crema da spalmare a base di frutta a guscio;
  • nel formaggio ottenuto dal siero di latte;
  • nei prodotti trasformati a base di patate;
  • nelle gomme da masticare (chewing-gum);
  • nei cereali da colazione;
  • nei cereali precotti o trasformati;
  • nei prodotti da forno fini;
  • nei prodotti a base di carne non sottoposti a trattamento termico;
  • nei prodotti a base di carne sottoposti a trattamento termico;
  • nei condimenti;
  • nelle zuppe, nelle minestre e nei brodi;
  • nelle salse;
  • nei snack a base di patate, di cereali, di farina o di amido;
  • nella frutta a guscio trasformata;
  • negli integratori alimentari in forma solida, comprese capsule, compresse e simili, tranne le pastiglie da masticare;
  • negli integratori alimentari in forma liquida;
  • negli integratori alimentari sotto forma di sciroppo o di pastiglie da masticare.

Dal 25 ottobre 2018 è vietato l’utilizzo del gallato d’ottile (E 311) e del gallato di dodecile (E 312), come additivi alimentari negli aromi alimentari e nei relativi supporti.

scopri

Regolamento UE n. 2018/1259 - Aroma alimentare: consentita la commercializzazione degli alimenti contenenti il concentrato di aroma grigliato (vegetale) se immessi sul mercato o etichettati prima del 22/04/2020

La Commissione Europea, in attesa che venga conclusa la procedura autorizzativa per l’utilizzo dell’aroma concentrato di aroma grigliato (vegetale), ha consentito la commercializzazione, sino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza, degli alimenti che contengono l’aroma in questione, purché legalmente immessi sul mercato o etichettati prima del 22 aprile 2020.

APPROFONDIMENTI
La Commissione Europea, con il Regolamento UE del 20 settembre 2018 n. 1259 (G.U. CE del 21/09/2018 n. L 238), ha disponendo che gli alimenti contenenti l’aroma concentrato di aroma grigliato (vegetale), appartenente alla categoria altri aromi, legalmente immessi sul mercato o etichettati prima del 22 aprile 2020, possono essere commercializzati sino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza.

Quanto sopra in attesa di verificare l’esito dell’iter del procedimento autorizzativo.

scopri